Left top figure

Perché tutti parlano di OPEN INNOVATION?

Innovazione, creazione, strategia sono parole impegnative. Non è semplice definirle con precisione. Come si fa a decidere se una persona, un professionista o un manager, è più capace di un altro a sfruttare gli eventi a proprio favore? Se, per esempio, è in grado di evitare le difficoltà e, in ogni situazione, scovare dei vantaggi. Dirlo per un’azienda? Ancora più difficile…

Sforzarsi di notare le buone cose, accettare meglio le buone notizie e trovare motivi di felicità è un buon modo per far partire il proprio miglioramento personale. Per il mondo del business, invece, come si può crescere, raggiungere un buon livello di maturità e trovare il maggior numero di leve strategiche per ogni progetto?

OPEN INNOVATION, CO-INNOVAZIONE E CO-CREAZIONE

L’innovazione se è aperta presuppone che le aziende possano (e in alcuni casi devono!) far ricorso a idee esterne alla propria organizzazione, testare idee interne non ancora strutturate e scoprire nuovi modi di aver accesso al mercato. Solo così, con l’open innovation possono progredire, migliorare e potenziarsi.

SCENARIO TIPICO AZIENDE

Nella fase di ricerca e sviluppo o in quella di lancio di prodotto, piuttosto che utilizzare solo un team, le aziende possono cercare altre opportunità. Ecco le più comuni strategie di open innovation: acquisizioni di startup, partnership, concorsi di innovazione, acquisto o concessione in licenza di brevetti o joint venture. Tutti questi esempi hanno il vantaggio significativo di avere un ROI più elevato, una maggiore produttività e un’alta probabilità di andare sul mercato più velocemente rispetto a un percorso di innovazione più tradizionale.

Open Innovation con Università IULM e COLMAR
Intermediate check durante un progetto di open innovation
con Università IULM, COLMAR e WWG

L’innovazione è realmente aperta quando più persone, provenienti da diversi background sono invitate a operare in un unico processo di innovazione. Le aziende stanno scoprendo che lavorare con persone organizzate in team, con background e specialità diverse da quelli all’interno della propria struttura, il cosiddetto team cross funzionale, è la soluzione migliore. Ciò consente di guardare ai problemi, le sfide e le opportunità da diverse angolazioni, diversi metodi di pensiero, per produrre risultati efficienti a problemi concreti. Il primo passo che fa partire ogni processo di open innovation ha che vedere con la definizione della diversità nei team.

COLMAR catalogo online B2B

OPEN INNOVATION? COS’E’ (DAVVERO)

L’open innovation è un modo per accrescere la propria competitività sul mercato e si mette in atto quando una comunità aperta e diversificata utilizzando adeguati strumenti di collaborazione si impegna a partecipare a una piccola (o grande!) sfida diretta

Gli strumenti devono essere “agili”, per trovare tutti i meccanismi capaci di aiutare a identificare le idee che risuonano con la comunità, identificare quelle adatte a risolvere le sfide, testare quelle che possono diventare soluzioni attuabili e iniziare da subito un processo di miglioramento sin dalla prima fase di sperimentazione.

“Suggerisco di considerare l’innovazione aperta come una filosofia o una mentalità che tutte le aziende possono sperimentare. WWG in passato ha organizzato hackathon in Università, iniziative di crowdsourcing ed in generale è sensibile a tutto ciò che può aiutare i processi di innovazione. In questo caso si collegano le risorse interne, quelle esterne e si trovano insieme delle opportunità. E’ la classica win win situation”

Mohamed Deramchi, CEO e founder a WWG

OPEN INNOVATION, INNOVATION MANAGER E TEAM INNOVATIVO

I progetti di open innovation sono attuati per fornire fonti di ispirazione, agevolare la co-creazione e alimentare il business matching. La figura professionale che solitamente si occupa di questo è l’Innovation Manager. L’Innovation Manager è responsabile dell’innovazione e trasforma le idee in valore per l’azienda. È una professione emergente e per molti motivi non è facile da introdurre in tutte le realtà aziendali. Per far progredire lo sviluppo tecnologico e in generale l’innovazione, anche in assenza di questo profilo, si può trovare esternamente un team capace di:

  1. Gestire i progetti
    Il team è capace di organizzare e realizzare progetti di test, prototipi, controllando in modo continuo risorse umane e finanziarie
  2. Accettare le sfide
    Il team considera la sfida come elemento base del suo operato e deve essere in grado di sostenere questa attitudine in tutto il gruppo di lavoro durante tutte le fasi del progetto
  3. Avere una visione d’insieme
    Il team ha la responsabilità di innovare e innescare il cambiamento. Per fare ciò deve avere una visione d’insieme di tutto quanto necessario per raggiungere l’obiettivo
  4. Conoscere e riconoscere la diversità
    Il team ama la ricchezza di idee, la creatività e il confronto. L’innovazione sono meglio stimolate se si è in grado di valorizzare facilmente punti di vista differenti
  5. Mostrare dedizione
    Il team accetta la sfida perché crede fermamente in ciò che fa e deve essere in grado di trasferire internamente ed esternamente la dedizione al suo gruppo con costanza e autorevolezza
  6. Esprimere curiosità e creatività
    Il team riconosce le tendenze in anticipo, ha una sana curiosità unita alla continua generazione di idee per questo aiuta enormemente l’attuazione del processo d’innovazione
  7. Essere collaborativo
    Il team non raggiunge mai un successo brillante grazie all’operato dei singoli. L’innovazione è sempre un fenomeno collettivo e il lavoro si svolge secondo cicli basati su questa premessa
Open Innovation IULM, COLMAR e WWG
Dettaglio dell’Università IULM Milano coinvolta nel progetto di open innovation con WWG e COLMAR durante l’anno accademico 2020/2021

OPEN INNOVATION SECONDO WWG

Un progetto di open innovation è efficace se è assicurata la gestione dell’ambiente, se vengono messe in atto le adeguate “cerimonie”, si individuano (o forniscono) le persone adatte a facilitare il processo di creazione, si evitano impedimenti, si motivano tutte le persone coinvolte e si rilasciano prototipi secondo i tempi che vengono concordati con il committente. Quando si sceglie di testare un processo di open innovation è fondamentale trovare fattori abilitanti all’interno della sua organizzazione.

Bisogna crederci!

Ecco come la nostra software company può supportare questa tipologie di progetti:

  • WWG aiuta le aziende a trovare (crearle in caso!) queste le condizioni favorevoli per far crescere l’innovazione trasmettendo uno spirito imprenditoriale e un approccio sperimentale. 
  • WWG garantisce una conoscenza pregressa di problemi che possono sorgere durante l’interazione tra le imprese e il team esterno. 
  • WWG acquisisce le conoscenze necessarie per poter aprire nelle aziende un progetto di open innovation, stabilisce insieme al committente le principali attività di innovazione.
  • WWG si occupa dello scouting o della selezione di partner (startup, associazioni, centri di ricerca, università, aziende italiane o internazionali) e supporta il lavoro del gruppo che si forma con metodologie di lavoro lean e agile.
  • WWG tiene viva l’intuizione, controlla l’avanzamento del processo e, soprattutto, mette a disposizione dell’azienda e del team la propria esperienza
  • WWG organizza concretamente occasioni in cui uno o più team possono dedicarsi a un progetto in cui è utile generare e validare nuove idee (Call4ideas, iniziative di crowdsourcing, hackathon, laboratori di innovazione, progetti universitari). 

Grazie alla Open Innovation le aziende non andranno più in solitudine verso processi di digitalization, incontro a progetti pilota senza una guida prodotti, ma collaboreranno in maniera nuova con il mondo esterno. Comprenderanno come mai fatto prima i clienti, la concorrenza e i partner.

Scegliendo di lavorare con un team esterno, le aziende sostengono la cultura orientata all’innovazione, la valorizzazione delle competenze, l’introduzione di cambiamenti organizzativi a supporto dell’innovazione o più semplicemente decidono di comprendere meglio ciò che sta avvenendo là fuori.

Proviamo a pensare insieme al tuo prossimo progetto di open innovation?

Door Mobile App!
Condividere
Forse potresti essere interessato a...

“WWG ha delle uniche capacità di comprensione ed esecuzione di tematiche complesse e innovative, ed è in grado di portare a compimento in tempi brevi e a prezzi competitivi lavori molto complessi.”

Luigi Boschin, CEO / Liquid Vineyards

“Abbiamo scelto di affidarci a WWG per le competenze, i requisiti tecnici e la capacità di analisi del suo team: grande professionalità, conoscenze tecniche impiegate e rapidità di risoluzione delle problematiche.”

Luca Gargantini, Digital Manager / Manifattura Mario Colombo

Parliamone!